Gli anziani mangiano tutto. E’ vero?
Dopo la respirazione, l’alimentazione è il processo fisiologico più importante per la sopravvivenza. E’ fondamentale per tutti assumere corrette abitudini alimentari e lo è ancora di più durante la terza età. Il nostro obiettivo è dare una corretta e sana alimentazione, personalizzata nel caso siano presenti intolleranze, allergie o prescrizioni mediche con un occhio (e un cuore) sempre attento a non sprecare cibo.

Secondo il Rapporto dell’Organizzazione mondiale della sanità le persona affette da demenza nel 2010 erano 35,6 milioni, raddoppieranno nel 2030 e triplicheranno nel 2050 con 7.7 milioni di nuovi casi all’anno (uno ogni 4 secondi). Si stima che in Italia ci siano più di 1.200.000 pazienti con demenza di cui circa 600.000 malati di Alzheimer. Sembra che tre quarti delle vittime di questa malattia degenerativa non ricevano una diagnosi tempestiva, spesso come risultato del falso convincimento che la demenza faccia parte del normale invecchiamento.

L’idea diffusa è che La Casa di riposo sia un parcheggio per gli anziani. E’ vero? Che ruolo hanno le attività ricreative in tutto questo?
Sfatiamo l’idea che nelle case di riposo gli anziani siano parcheggiati e soprattutto che siano presi dalla noia. Le attività ricreative svolte sono fondamentali poiché aiutano a mantenere il benessere degli anziani.
E’ importante farli sentirsi parte integrante di una società poiché il rischio principale per loro è sentirsi inutili e quindi esclusi. I nostri nonni sono oggetto di una costante attenzione ed è compito nostro farli sentire preziosi, importanti e soprattutto attivi.

La creatività, la capacità della mente di creare e inventare è un processo presente e potenzialmente attivo in ogni individuo, indipendentemente dall'età. Può esprimersi con modalità differenti e riguardano tutti gli aspetti della nostra vita: coltivare un fiore, prendersi cura di un cane, preparare un piatto, cucire a maglia, realizzare un prodotto artigianale, inventare una storia. La creatività negli anziani è presente anche nell'esercizio fisico e in ogni comportamento quotidiano.

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Maggiori informazioni Ok Rifiuta