Scrivi una recensione

Se un giorno mi vedrai vecchio: se mi sporco quando mangio, se non riesco a vestirmi…abbi pazienza, ricorda il tempo che ho trascorso ad insegnarlo a te! Se quando parlo con te ripeto sempre le stesse cose non interrompermi; ricordati quando da piccolo tutte le sere mi chiedevi la stessa fiaba per addormentarti! Quando non voglio lavarmi, non biasimarmi e non farmi vergognare…ricorda quante volte ti sono corso dietro e ho inventato per te giochi nuovi e mille fantasie per farti il bagnetto!

Quando vedi la mia ignoranza per le nuove tecnologie, per quelle diavolerie elettroniche…non guardarmi con quel sorrisetto ironico, dammi il tempo di imparare, ricordati che io ti ho insegnato con pazienza l’abc! Se quando parliamo, perdo il filo del discorso, se quello che ricordo non è più così nitido...dammi il tempo necessario per ricordare e, se non ci riesco, non innervosirti: la cosa più importante non è quel che dico, ma il bisogno di condividere con te i miei pensieri, i miei ricordi, per averti qui vicino a me, in ascolto!

Quando con le mie gambe stanche non riuscirò più a starti dietro…non trattarmi come un peso, ma sostienimi, fa che le tue forze siano le mie: io l’ho fatto con te nei tuoi primi passi! Se dico che vorrei essere morto perché alla mia età non si vive, ma si “sopravvive”…non arrabbiarti! Un giorno capirai quanta amarezza provo nel dirlo e forse mi comprenderai! Ho bisogno della tua tenerezza, della tua pazienza, del tuo amore che sia capace di chiudere gli occhi sugli errori che ho fatto, sulle promesse che non ho mantenuto e sulle attenzioni che non ti ho dato, sul tempo che forse non ti ho concesso: ho sempre voluto il meglio per te, ho sempre cercato di spianarti la strada, di fare della tua vita l’occasione per realizzare ogni tuo sogno. Aiutami a camminare, aiutami a finire i miei giorni con amore e pazienza: sii per me la spalla su cui poggiare la testa…come quando da bambino, tu poggiavi la tua su di me!

A te che mi assisti: sentiti anche tu un po’ mio figlio: vedi in me tuo padre, tua madre, abbi con me la stessa pazienza e lo stesso amore che avresti per loro, ricorda che anche io sono stato figlio un tempo, come te, e che tu, fra qualche tempo, sarai un Vecchio come me e potresti trovarti nelle mie stesse condizioni con qualcuno davanti a te ad assisterti!

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Maggiori informazioni Ok Rifiuta